Officina In s.r.l.
2 - 11 - 2018

Detrazioni fiscali ristrutturazione e mobili: bonus casa 2019

Bonus mobili, verde ed Ecobonus riconfermati nella nuova Legge di Bilancio

 

Detrazioni fiscali ristrutturazione, bonus mobili, bonus casa: tutti termini di cui avrai sentito parlare almeno una volta se sei intenzionato a riammodernare la tua abitazione o a riqualificarla dal punto di vista energetico.

 

Lo sappiamo che in questo mondo, pieno di insidie burocratiche, ricevere una buona notizia sembra quasi impossibile... eppure è così: il bonus casa è stato prorogato per il 2019.

 

Fonti governative hanno infatti ribadito che, con la nuova Legge di Bilancio, ecobonus, bonus mobili e bonus verde saranno riconfermati anche per tutto il prossimo anno. Oltre a questo, secondo la manovra saranno mantenute anche le stesse percentuali di detrazione del 2018, in modo da favorire ulteriormente gli investimenti e la messa in sicurezza del territorio.

Se eri pronto ad indossare il cappellino da festa e a suonare la trombetta girando per casa, ci dispiace deluderti… c’è ancora molto da sapere! Qual è la differenza tra queste agevolazioni? E in che modo possono incidere sulle spese che ti troverai ad affrontare? Cerchiamo di capirne qualcosa in più.

 

 

 

- Bonus casa 2019

 

Se quelle che vuoi portare a termine sono delle opere di ristrutturazione, fino al 31 dicembre 2019 potrai usufruire del 50% di detrazione fiscale. In pratica, nulla è variato rispetto al passato, compreso il tetto massimo di spesa pari a 96 mila euro. Secondo le ultime indiscrezioni, ciò sarà destinato a cambiare dal primo gennaio dell’anno successivo, quando la percentuale si vedrà ridotta al 36%.

 

 

- Bonus mobili 2019

 

Le stesse persone che avranno effettuato lavori di ristrutturazione a partire dal primo gennaio 2018, incassando il relativo bonus del 50% di cui si è parlato sopra, avranno diritto ad un’altrettanta riduzione del 50% per un massimo di 10 mila euro di spese sostenute durante il 2019 per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici. In questo ultimo caso però, essa sarà riconosciuta solo se si deciderà di optare per elettrodomestici di classe pari o superiore ad A+.

 

 

- Ecobonus 2019

 

Sforzi riconosciuti anche per chi deciderà di iniziare un processo di riqualificazione energetica della propria casa. È d’obbligo ricordare che ad interventi diversi corrisponderanno agevolazioni fiscali diverse: premiati con il 65% quelli che procederanno con interventi di coibentazione o installeranno pannelli solari, caldaie a condensazione classe A con sistemi evoluti di termoregolazione e micro co-generatori; con il 50% quelli che opteranno per generatori a biomasse, caldaie a condensazione di classe A senza termoregolazione evoluta, infissi, finestre e tende solari. Spesa massima 100 mila euro.

 

 

- Bonus verde 2019

 

Ultimo ma non meno importante, il bonus verde, che offrendo il 36% di detrazione è a disposizione di privati e condomini che intendano porre l’attenzione su interventi di cura, ristrutturazione e irrigazione di verde (balconi, terrazzi ecc.).

 

 

 

E l’ ecoprestito?

 

Sembra che all’orizzonte lo scenario si faccia più ampio anche per chi vorrebbe procedere con lavori di ristrutturazione o riquilificazione ma non dispone delle riscorse economiche necessarie. Parrebbe infatti al vaglio del governo, per il 2019, l’introduzione di un ecoprestito, un prestito a tasso agevolato erogato da un soggetto pubblico a tali cittadini.  In attesa di conoscere gli ultimi risvolti, non esitare a contattarci... noi siamo qui, pronti a risolvere i tuoi dubbi sulla questione! ;)